Amo produrre arte in tutte le sue forme, ma il luogo dove preferisco farlo è dietro i fornelli.
Instagram Feed
Search

Colomba Vegana

colomba vegana chiara canzian radici pasqua

Colomba Vegana

Foto di Chiara Canzian

colomba vegana chiara canzian radici pasquaCiao Amici,

perché questa Pasqua sia davvero Santa, dobbiamo impegnarci anche noi, cercando di evitare il più possibile cibi di origine animale ma, soprattutto, evitando assolutamente di mangiare capretti o agnellini.
Purtroppo ormai è difficile che le persone vengano a contatto con questi animali meravigliosi, siamo troppo impegnati nelle nostre città caotiche tra la frenesia di tutti i giorni… Io però ho avuto la fortuna di passare un’intera giornata con Cesarina e Rosetta (che vedete in foto) e me ne sono completamente innamorata. Queste due cucciole erao dolcissime, cercavano riparo tra le mie braccia e se le poggiavo a terra piangevano finché non le prendevo nuovamente in agnello capretto pasqua colomba vegana chiara canzianbraccio; stessa cosa per il biberon, mangiavano come delle matte da questa tettarella di gomma e credetemi: non ho saputo vedere grandi differenze tra loro ed i nostri cuccioli umani.
Per aiutarvi con qualche ricetta adatta a questa festività ho voluto provare a fare la Colomba Vegana! E’ venuta benissimo… e ci mancherebbe altro con tutto il tempo che ci ho messo! 😀  Per i più volenterosi consiglio di mettersi già oggi ed iniziare perché, anche se la lavorazione pratica è veloce, ci sono davvero tante tante ore di lievitazione alle quali chiaramente non si può rinunciare.

Passiamo quindi a vedere il procedimento!

COSA

Ingredienti per uno stampo da colomba da 500g.

  1. Per il primo impasto: 
  • 140 g di farina manitoba
  • 40 g di latte di riso a temperatura ambiente
  • 100 g di acqua a temperatura ambiente
  • 25 g di lievito di birra fresco

2. Per il secondo impasto:

  • 20 g di zucchero
  • 100 g di farina manitoba
  • 20 g di olio di cocco (nello stato solido)

3. Per il terzo impasto:

  • 120 g di zucchero
  • 110 g di olio di semi
  • 210 g di farina manitoba
  • 80 g di burro di cocco
  • 1 bacca di vaniglia
  • 15 g di sale
  • 100 g di uvetta
  • 50 g arancia candita

4. Per la glassa:

  • 15 g di maizena
  • 80 g di mandorle
  • 70 g di zucchero
  • 10 g di farina di riso
  • 70 g di panna vegetale

COME

1. Per il primo impasto:

Versate in una ciotola la farina, a parte sciogliete il lievito nell’acqua, quindi  mescolando con una spatola o una frusta, aggiungete a filo prima il latte a temperatura ambiente e poi il composto di acqua e lievito. Una volta ottenuto un composto liscio e molto idratato, copritelo con della pellicola trasparete e riponetelo a lievitare nel forno spento solo con la luce accesa, per almeno 2 ore, fino a che non sarà raddoppiato di volume. La temperatura ideale per la lievitazione sarebbe quella compresa tra i 27° e i 30°.

2. Per il secondo impasto:

Una volta che il primo impasto sarà lievitato, trasferitelo nella ciotola di una planetaria, dotata di gancio e unite lo zucchero. Azionate la macchina e incorporate la farina poco per volta, solo quando sarà perfettamente assorbita potrete aggiungere il burro di cocco morbido, sempre poco per volta. Continuate a lavorare l’impasto fino a che sarà ben incordato, quindi trasferitelo su un piano da lavoro e aiutandovi con una spatola lavoratelo per qualche istante. In ultimo date all’impasto una forma sferica e trasferitelo all’interno di una ciotola di vetro, coprendolo sempre con della pellicola trasparente. Lasciate lievitare nuovamente, in forno spento solo con la luce accesa o comunque ad una temperatura compresa tra i 27° e i 30° per almeno 1 ora e mezza, o fino a che non avrà raddoppiato nuovamente il suo volume.

3. Per il terzo impasto :

Mettete l’uvetta in ammollo in acqua fredda per almeno una decina di minuti. Nel frattempo occupatevi di realizzare il terzo impasto: versate il 2° impasto lievitato nella ciotola della planetaria e unite lo zucchero. Azionate la macchina a velocità moderata e quando lo zucchero sarà stato completamente assorbito versate la farina poco per volta e lasciatele incorporare. Non spaventatevi se vi risulterà secco perché risolverete tutto con l’aggiunta dell’olio di semi e del sale. Aggiungete infine il burro di cocco morbido poco per volta aspettando che il pezzetto si sia assorbito prima di aggiungerne un altro. Aromatizzate poi con i semi di una bacca di vaniglia e le scorze di arancia candita tagliate a cubetti. A questo punto scolate anche l’uvetta, aiutandovi con un colino e il dorso di un cucchiaio per pressarla accuratamente e incorporatela all’impasto. Lavorate ancora il tutto fino a che non risulterà ben incordato, in totale ci vorranno circa 20 minuti. Trasferite l’impasto su un piano leggermente infarinato, appiattitelo delicatamente con le mani e dategli delle pieghe di rinforzo portando i lembi esterni della pasta verso l’interno. Una volta date le pieghe di rinforzo conferite all’impasto una forma sferica e trasferitelo all’interno di una ciotola di vetro, coprite con la pellicola trasparente e riponete in frigorifero a lievitare per 16 ore, trascorso questo tempo tiratelo fuori dal frigo e ponetelo in forno spento con luce accesa per circa 2-3 ore (la temperatura dovrà essere compresa tra i 26-30°).

4. Per la glassa:

Versate in un mixer le mandorle, lo zucchero, la farina di riso, l’amido di mais e frullate finche non avrete ottenuto un composto sabbioso. Aggiungete quindi la panna vegetale e amalgamate fino ad ottenere una glassa densa e corposa.

5. Per la composizione:

Terminata quest’ultima fase, trasferite l’impasto su una spianatoia: risulterà piuttosto idratato.  Allargatelo delicatamente con le mani. Dividete l’impasto in due parti: una da circa 400 gr, che servirà per formare le ali, ed una da circa 670 gr, che servirà per il corpo della colomba. Arrotolate la parte più grande, in modo da formare un filone e posizionatela nella fascia più lunga dello stampo. Prendete i 400 gr di impasto restanti, divideteli a metà e arrotolate prima una parte e poi l’altra, come fatto in precedenza e posizionateli nello spazio dedicato alle ali della colomba. Lasciate lievitare per 3 ore e mezza fino a che non raggiungerà quasi il bordo (potete far lievitare sempre in forno spento con luce accesa).

Cospargete la glassa sulla superficie della colomba, che nel frattempo avrà lievitato e guarnite con mandorle e granella di zucchero se gradite. Cuocete la colomba in forno statico preriscaldato a 160° per 50-55 minuti; per assicurarvi che la colomba sia cotta potete sempre fare la prova dello stecchino. Una volta sfornata, inserite degli spiedini lunghi di acciaio sull’intera lunghezza della colomba (in modo da infilzare contemporaneamente sia un’ala che il corpo della colomba) e posizionatela capovolta, sospesa su dei sostegni (io ho utilizzato due pentole ad esempio) e lasciatela raffreddare. Questo farà si che la colomba, rafferddandosi, non collassi al centro. Una volta fredda estraete gli spiedini di acciaio e servite la vostra colomba.

Buona Pasqua!

MUSICA

Un pensiero ad un grande cantautore con una sua bellissima “Canzone”…

4 Comments

  • Milvia Angela Codazzi

    Adoro la colomba vegana perché è leggera e buonisisma e a Milano faccio fatica a trovarle.

    28 marzo 2018 at 10:43
  • Fulvia

    Proprio oggi pensavo di prepararla, grazie Chiara e buona Pasqua a te e famiglia

    28 marzo 2018 at 12:20
  • Ornella Peron

    Grazie per questa buona ricetta. Approfitto anch’io per fare gli Auguri di Buona Pasqua a te e tutta la tua famiglia. Buona giornata

    29 marzo 2018 at 15:04

Leave a Comment