Amo produrre arte in tutte le sue forme, ma il luogo dove preferisco farlo è dietro i fornelli.
Instagram Feed
Search

Ricotta di mandorle e insalatina in più cotture

Ricotta di mandorle e insalatina in più cotture

Foto di Felice Scoccimarro

Avete presente quei dubbi che ogni tanto ci assalgono: “Riuscirò ad essere vegano? Non mi mancheranno i formaggi?”.

Io mi sono fatta questa domanda varie volte e ancora non ho fatto il grande passo, ma credetemi che quando preparo questa “ricottina” di mandorle, mi rendo veramente conto che potrei essere vegana senza la minima nostalgia.

Attualmente sto lavorando a dei “formaggi” vegani stagionati e quando riuscirò a produrne uno davvero soddisfacente allora cambierò vita del tutto!

Intanto godiamoci questa super alternativa ai formaggi morbidi!

Passiamo quindi a vedere il procedimento.

 

COSA

Ingredienti per 2 persone

  1. Per la ricotta di mandorle:
  • 500g di mandorle pelate
  • 2 L d’acqua
  • 80g di aceto di vino
  • 7g di sale

 

  1. Per l’insalatina in più cotture:
  • qualche foglia di basilico
  • qualche foglia di spinacino fresco
  • 1 zucchina
  • fiori edibili
  • qualche germoglio

 

COME

1. Con un frullatore potente, tritate 250 g di mandorle pelate con un litro d’acqua (dovrete ripetere l’operazione due volte per ottenere la quantità giusta di latte di mandorle). Frullate per 3 minuti al massimo della potenza, quindi prendete un colino e rivestitelo con un canovaccio bianco, quindi adagiatelo su di una pentola capiente che dovrà raccogliere il latte di mandorla; rovesciate all’interno del panno le mandorle appena frullate con l’acqua e attendete che tutto il latte scoli nella pentola, aiutatevi muovendo il composto con un cucchiaio per velocizzare l’operazione. Nel panno dovrà rimanere un agglomerato sabbioso (che eliminerete) poiché tutta la parte liquida sarà all’interno della pentola. Quando avrete ripetuto la seconda volta questa operazione, mettete la pentola sul fuoco e iniziate a controllare la temperatura con un termometro da cucina.

Fate scaldare a fuoco lento mescolando continuamente e quando il latte sarà arrivato a 80° aggiungete il sale mentre ad 85° dovrete aggiungere l’aceto.

Spegnete quindi il fuoco e fate riposare il latte nella pentola chiusa con un coperchio per 30 minuti, in questo tempo inizierà il processo di caglio. Trascorso il tempo vi servirà un contenitore capiente nel quale aggancerete uno scolapasta rivestito con un panno bianco (potete riutilizzare quello dell’inizio purché l’abbiate risciacquato per bene); versate quindi sul panno all’interno dello scolapasta il composto ottenuto e lasciatelo riposare in frigo per 24 ore, al termine delle quali avrete ottenuto una forma di ricotta vegana. A questo punto potete scegliere di dargli la forma che preferite, basteranno degli stampini in alluminio usa e getta o delle formine da muffin in silicone per ottenere la forma della foto .

2. Questa insalata è molto semplice da preparare ma altrettanto gustosa.

Per gli elementi cotti vi basterà scaldare un goccio d’olio e friggere qualche rondella di zucchina e qualche foglia di basilico. Tutto il resto è crudo e potete dosarlo a vostro piacimento.

MUSICA

Qui ci serve una musica vellutata, soffice e decisa. Questa volta la mia scelta ricade su una band giovane e forse non troppo conosciuta ma che apprezzo molto.

Ritengo che questo loro brano, in particolare, ben si addica a questa ricetta!

Leave a Comment